VideoBook – Scario Molara: Il Riparo e la Grotta Grande

 

 

Da Scario verso P.ta Iscolelli, il Capo nord-occidentale del Golfo di Policastro, passata P.ta Spinosa, inizia la Costa della Masseta che ricade nella AMP Costa degli Infreschi e della Masseta. Appena oltre la grotta e la spiaggia della Masseta vi è la Molara che si distingue per le cavità e l’aspetto geologico, detta così perchè vi venivano cavate le mole. Il Riparo del Molare e la grotta Grande a seguito di studi effettuati principalmente dall’Univ. di Siena, come in tutta l’area da Marina di Camerota a Scario e oltre, hannno restituito importanti reperti e testimonianze preistoriche. L’importante deposito del Riparo, una successione di strati di ben 10 metri e gli ambienti della Grotta Grande con due camere collegate da una sorta di corridoio ci riferiscono di tempi remoti caratterizzati da flora e fauna molto differenti dall’attuale a seguito dei periodi glaciali ed interglaciali susseguitesi nei millenni scorsi. La Prof.ssa Ronchitelli attraverso gli scavi effettuati ha restituito un ‘reperto-simbolo’ all’attenzione della comunità scientifica e non: una mandibola infantile neanderteliana. L’importanza dei siti (e non solo di questi presentati nel video) è negli studi complessivi che hanno coinvolto competenze diverse in oltre 40 anni di indagini. Sono stati portati alla luce ipotesi evolutive tra i complessi pre-musteriano e musteriano nonostante la trasgressione marina di circa 125.000 anni fa. Le industrie litiche, i depositi di ossa, le tracce di focolari, ecc. ogni elemento assume un proprio significato solo nel sito di ritrovamento nella consapevolezza che uno scavo è distruttivo: distrugge-rimuove le informazioni fino a quel momento sepolte. Non essendo uno studioso del settore non voglio dire altro a parte un doveroso grazie a tutti coloro che attraverso la loro azione e professionalità hanno contribuito a portare alla luce decine di migliaia di anni di preistoria in quest’area divenendo di fatto una delle più importanti italiane ed europee.

Contributo di Luigi Campagna

Licenza Vimeo Standard