VideoBook – Palinuro – La Molpa e la Grotta delle Ossa

 

Parco del Cilento, Palinuro di Centola, tra i fiumi Lambro e Mingardo è sita l’altura della Molpa, tra la Torre vicereale omonima o di Marinella e l’Arco Naturale con la sua spiaggia. Antica e ricca di storia avvolta nell’eco silenzioso delle sue preistoriche memorie. Uno sguardo sinistro si nasconde nella Grotta delle Ossa, un pirata dagli occhi scheletrici ed una sorta di feluca a coprirgli la testa.. sembra avvisare il visitatore che “recentemente” sono passati i corsari saraceni, l’11.Giu.1464, portando terrore e distruzione. Hanno rotto il sogno di Molpè, non c’è più la gente della “cittadella”, resta solo l’eterno girovagare dell’innamorata Isabella.

La Grotta delle Ossa perchè su parte delle parete ci sono concrezioni costituite da ossa di animali del periodo prealluvionale, nel Quaternario (tra 50.000 e 130.000 anni fà). Reperti archeologici di conchiglie, strumenti litici, ossa di animali e fors’anche di umani, tanto da far pensare erroneamente ad un deposito di salme di marinai romani portate lì dal mare dopo i naufragi. Oggi, sotto il dirupo, ci sono spiaggette e fresche grotte, frequentate da gabbiani reali e colombi, alcune accessibili solo da mare ma che un tempo era molto più distante…

Testi e video di Luigi Campagna