27/12- Presepe Vivente nel borgo di Pisciotta

“Cchi prisepi sta Pisciotta! ”
Nello splendido scenario dell’antico Borgo di Pisciotta, il 27 Dicembre, prende vita il Mistero della Natività.
Attraverso numerosi figuranti, che animano le scene dentro le case e lungo tutto il percorso, il visitatore rivive un’emozione unica e irripetibile. Un percorso che tra antichi artigiani, arrotini, calzolai, pastori e musicisti, porterà alla capanna dove verrà rappresentata dal vivo la Capanna di Betlemme. Gli artigiani sono all’opera ognuno nella propria bottega: “ u falignami” curvo sul bancone, va su e giù con la pialla a modellare il legno; il rumore assordante del fabbro, che batte il martello sull’ incudine e poi la “canestriera” con la sua arte di intrecciare i vimini e “u scarparu”. Tutti con i loro attrezzi pronti per essere utilizzati ancora. Particolarmente suggestivo è lo scenario naturale del centro storico; varcata la soglia della “Porta re l’aria”, che segna l’entrata del presepe, la memoria sembra subito riportarci a rivivere una realtà parallela dove sembra che il tempo si sia fermato, lasciando un ricordo indelebile a chi lo visita per la prima volta.
Quest’anno si arricchisce di un’altra novità: sarà infatti uno spettacolo unico nel suo genere descritto da pastori che canteranno con testi inediti in dialetto pisciottano le scene tradizionali del presepe, il tutto allietato dalla musica dal cantautore cilentano Angelo Loia.
Un viaggio sensazionale nella storia, nelle tradizioni e nei sapori che farà vivere appieno lo spirito del Santo Natale.