Alburni

L’Area degli Alburni si estende per una superficie di 50.333 ettari e comprende 12 comuni:Aquara, Bellosguardo, Castelcivita, Controne, Corleto Monforte, Ottati, Petina, Postiglione, Roscigno, Sant’An­gelo a Fasanella, Serre e Sicignano degli Alburni.

“Alburni” è il nome del massiccio carsico alle cui pendici sono arroc­cati questi caratteristici paesi ricchi di storia e di bellezze naturali.  Nome legato al candore delle rocce di natura calcarea che i viandanti nel recarsi dal­la Piana di Pesto, attraverso la “Valle del Tuorno” (attualmente “Passo della Sentinella”- Corleto Monforte) o le “Nares Lucanae”, al Vallo di Dia­no o ai siti sibariti, notavano immediatamente già migliaia di anni addietro.

Negli Alburni, ricchi di immense faggete, di conche verdeggianti dove pascolano allo stato brado mandrie di bovini e di cavalli, di abissi e grotte di straordinaria bellezza, esistono ancora tradizioni secolari lega­te ai cicli naturali che rendono particolari le produzioni locali. Gli Albur­ni, inseriti nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e Alburni, posseggo­no caratteristiche climatiche ed ambientali tali da rendere altamente qua­lificato e genuino tutto quanto viene prodotto e lavorato sulle terre: il vino, l’olio, il pecorino, la mozzarella, il caciocavallo, il miele, le casta­gne, i fagioli, le fragoline di bosco

ESPLORA COSA C’E’ NELLE VICINANZE